Al Prolight+Sound presentati due prodotti Audient

Al Prolight+Sound presentati due prodotti Audient
Per il marchio Audient la qualità inizia dal design intelligente, usato per sviluppare prodotti costruiti in modo consistente, focalizzato sulla qualità del suono e funzioni creative per i fonici, con un orgoglioso patrimonio di premi per eccellenza audio che risale al 1997, il brand continua tuttora a sviluppare interessanti ed innovativi prodotti per il mercato della registrazione audio.Fornire tecnologia di classe superiore, ma senza raggiungere costi esorbitanti, perseguendo l'obiettivo di catturare e valorizzare la creatività del fonico, ha consentito ad Audient di creare una forte comunità di utenti in studi professionali e personali. Prestazioni e affidabilità impeccabile sono presenti in tutta la gamma di prodotti versatili, dall'ammiraglia ASP8024 (mixer da studio) al pre microfonico 8 canali ASP880 (nominato per il TEC Award 2014), l'interfaccia USB ID22 ed il mixer compatto ASP4816.Durante il Prolight+Sound 2015 il rinomato costruttore britannico Audient ha presentato due nuovi prodotti aggiunti al catalogo: iD14 che ridefinisce le interfacce audio ad alte prestazioni ed ASP800, un pre microfonico e convertitori A/D ad otto canali con rivoluzionari controlli di tono.Entrambe le new-entry sono disponibili a prezzi competitivi consentendo l'ingresso di ulteriori prodotti Audient nel mercato dello studio di registrazione personale. Ciò che rende questi nuovi modelli molto interessanti è che Audient è l'unica azienda che usa lo stesso progetto di preamplificatori in Classe A del mixer in tutta la gamma di prodotti. I preamplificatori sono stati sviluppati dal leggendario progettista David Dearden e ottimizzati nel corso di 18 anni di affinamento, pertanto sia che siate in studio con una console Audient, sia che stiate utilizzando iD14 o ASP800, avrete sempre la certezza di poter contare sul suono di riferimento Audient.L'interfaccia iD14 offre due canali dei classici pre microfonici dei mixer Audient in classe A ed offre 10 in/ 4 out con convertitori A/D Burr-Brown, il tutto in una compatta ed elegante soluzione desktop. Le caratteristiche principali includono un ingresso DI discreto a JFET, espandibilità tramite connessioni ADAT, monitor di controllo stile console, software intuitivo e il modo rivoluzionario modo ScrollControl.ScrollControl trasforma l'encoder del volume di iD14 in una rotella di scorrimento che da il pieno controllo per le DAW compatibili, i parametri dei plug-in, la mixer app di iD14, proprio come quando si fanno  regolazioni via hardware. Inoltre consente anche di scorrere nella biblioteca iTunes e nei browser. Quando non si sta utilizzando la funzione ScrollControl, il pulsante di iD può anche essere assegnato per abilitare funzioni di monitor tipiche dei mixer come DIMCUTinversione di polaritàMono SumTalkback e  monitoraggio del preascolto, proprio come il suo acclamato fratello maggiore ID22.Il direttore tecnico di Audient, Tom Waterman, afferma: I preamplificatori microfonici in classe A usati sono esattamente identici a quelli che troverete nelle nostre unità e nelle console e quanto di meglio possiate trovare in qualsiasi interfaccia; ciò, insieme ai migliori convertitori, fanno dell'iD14 una scheda audio assoluta. Non troverete le prestazioni audio dell'iD14 in qualsiasi altra interfaccia della sua fascia di prezzo. Inoltre iD14 è una delle poche interfacce audio della sua fascia di prezzo con porta ADAT, consentendone così l'uso di preamplificatori microfonici esterni, come l'ASP800, ottimali per registrare la batteria o se si necessita semplicemente di più canali. Oltre gli otto preamplificatori microfonici di alto livello ed i due ingresso DI con JFET discreto, il modello ASP800 ha i primi due canali "Retro", ossia con controlli di tono HMX e IRON.Audient è famosa per i preamplificatori microfonici super puliti, questo obiettivo non significa che noi non comprendiamo l'importanza di aggiungere colore, ha continuato Waterman. HMX è un orginale generatore di distorsione armonica progettata per emulare i toni dolci spesso associati ai progetti valvolari degli anni '60, mentre il nuovissimo saturatore con trasformatore Audient IRON conferisce brillantezza, replicando il desiderato "zing" dei trasformatori audio britannici degli anni '70.Le caratteristiche principali includono anche l'incontaminata conversione A/D da 118dB dei Burr-Brown, connessione ADAT, un ingresso Word Clock, un pad 15dB per ogni canale ed uscite di linea analogiche bilanciate, il tutto racchiuso in una comodo chassis 1RUFrancesco Passarelli

Tags


Autore


Francesco Passarelli

Audio Counsellor e fonico, da decenni al fianco di eminenti e storiche figure del settore ed in mezzo alle più leggendarie apparecchiature audio. Ama dire “Il suono non si racconta, si vive!”. Altre info su: http://www.musicoff.com/articolo/francesco-passarelli