Accordatura - Ponte "Floyd"

Accordatura - Ponte "Floyd"
A ben guardare, il mondo della chitarra elettrica ha subito raramente delle grandi rivoluzioni, basta pensare al fatto che la maggior parte di noi suona con chitarre il cui progetto originale risale anche a 50 anni fa, ebbene il Floyd Rose è stato una di quelle poche cose che hanno contribuito realmente a rivoluzionare il modo di suonare questo meraviglioso strumento.Questo sistema infatti, oltre ad offrire un'escursione tonale molto ampia, se montato correttamente riduce praticamente a zero il problema della scordatura grazie al bloccaggio della corda sia in corrispondenza del capotasto che della selletta.
Normalmente questo tipo di ponte è montato in bilico fra la tensione delle corde e quella delle molle per cui l'assetto ideale dovrebbe prevedere la base del ponte parallela alle corde stesse.
Ricordate quindi che anche un minimo cambiamento di tensione causato ad esempio dalla rottura di una corda, dal passaggio da una muta ad un'altra di calibro differente, da accordature diverse a quella originale, ecc. ecc. causeranno sicuramente uno squilibrio del sistema che andrà nuovamente regolato.
Detto questo, procediamo alla sostituzione delle corde:
  • Se potete, cambiate una corda per volta riaccordando subito dopo.
  • Prima di accordare posizionate i fine tuning del ponte a mezza corsa e imbracciate la chitarra in posizione d'uso (non, per esempio, sdraiata su un tavolo).
  • Per rimuovere la vecchia corda, utilizzate le apposite brucole di regolazione (dovreste averle avute con il resto della chitarra), allentate prima le viti di bloccaggio al capotasto e, successivamente, anche quella che ancora la corda al ponte ed estraetela.
  • Tagliate con una tronchese il pallino di ancoraggio della nuova corda, infilate l'estremità così tagliata nella selletta del ponte e bloccate nuovamente la vite di ancoraggio. Fate bene attenzione che nella fessura non vi siano pezzi della corda precedente o comunque detriti che potrebbero ostacolare il corretto bloccaggio della corda, rovinare la selletta stessa e/o spanare la vite corrispondente.
  • Montate la corda nella meccanica corrispondete e accordate.
  • Ripetete l'operazione per tutte le altre corde, riaccordando ogni volta e seguendo il metodo consigliato nel paragrafo precedente.
  • Una volta accordato, controllate che la base del Floyd sia parallela alle corde, da ciò infatti dipenderà l'ottimale funzionamento del ponte stesso. Se non dovesse essere così, rimuovete lo sportello che nasconde le molle di ancoraggio sul retro dello strumento. In caso il ponte tenda ad alzarsi stringete le viti delle molle, girandole con un cacciavite in senso orario, se viceversa il ponte tendesse ad abbassarsi, compiete l'operazione inversa.
  • Procedete per tentativi accordando ogni volta e tenendo la chitarra in posizione d'uso.
  • A questo punto, se fosse necessario, procedete con l'intonazione delle ottave come descritto nel paragrafo dedicato.
  • Ora non resta che bloccare le viti al capotasto ed, eventualmente, aggiustare l'accordatura utilizzando il fine tuning.
    Se vi trovaste a fondo corsa con una delle viti di regolazione, liberate di nuovo la corda al capotasto, posizionate il fine tuning a mezza corsa e ricominciate nuovamente tutta l'operazione di accordatura, seguendo i passi appena descritti.